Insaponificabili dell’olio di oliva

La frazione insaponificabile di un olio o lipide naturale è la frazione che non soggiace alla saponificazione. Vi si ritrovano in quantità variabili: idrocarburi (squalene vegetale), carotenoidi, tocoferoli, steroli (fitosteroli, stigmasteroli, compesteroli), alcooli ditriterpemici oltre ad una percentuale varia di sostanze indeterminate. Gli insaponificabili sono molto ben tollerati dai tessuti, la loro utilizzazione è giustificata per le loro particolari proprietà lenitive, ammorbidenti e sebo-restitutive su pelli secche, alipiche e disidratate. L’azione filtro protettiva degli insaponificabili è stata ampiamente dimostrata; risulta quindi efficace sia in prodotti solari che in creme protettive da giorno (vedi scheda raggi U.V.A. – U.V.B.). E’ stato anche provato che favoriscono la formazione di collagene fresco e l’attivazione del metabolismo nel connettivo dermico. Queste acquisizioni consentono di indicare fra le varie prerogative degli insaponificabili anche quella dermoelasticizzante, rassodante ed antirughe.

Insaponificabili dell’olio di oliva:

La frazione insaponificabile dell’olio d’Oliva, costituisce un esempio farmacologicamente e clinicamente documentato di moderno impiego cosmetico e farmaceutico dei derivati naturali, con una vasta applicazione in campo topico dermofarmaceutico e, di conseguenza in quello cosmetico. Le sue primarie funzionalità eudermiche sono: emollienza, protezione dalle radiazioni e riepitelizzazione delle screpolature anche in pelli devitalizzate; favorisce la formazione di collagene nativo nel derma.

Clicca "Mi piace" per seguire le nostre offerte e gli eventi

Carrello

0 items - 0,00 €